Incontri

Cristiana Astori

Cristiana Astori, originaria di Fossano, laureata in psicologia, è scrittrice e traduttrice. Ha cominciato a inventare storie fin dalle scuole elementari, e nel 1998 ha vinto il Premio ferrero per la critica cinematografica; i suoi primi scritti pubblicati sono stati la graphic novel ‘L'amore ci separerà’ (De Falco Editore) con i disegni di Alberto Lingua, e diversi racconti comparsi dal 2004 su M-Rivista del Mistero. Nel 2011 ha pubblicato per il Giallo Mondadori il romanzo ‘Tutto quel nero’, seguito nel 2012 da ‘Tutto quel rosso’ (sempre nel ‘Giallo’) e l'ebook ‘Il buono, il bruto e la bionda’ (Milano Nera); ad agosto 2013 sul Dylan Dog Color Fest n. 11 esce la sua storia ‘Per il verso sbagliato’ disegnata da Ugolino Cossu. Ha inoltre pubblicato racconti su varie antologie tra cui ‘Notturno alieno’ (Bietti, 2011), ‘Eros & Thanatos’ (SuperGiallo Mondadori, 2010), ‘La sete’ (Coniglio, 2009), ‘Anime nere reloaded’ (Mondadori, 2008). Ha tradotto per Sonzogno, Urania e il Giallo Mondadori autori come Jeffery Deaver, Douglas Preston, Richard Stark, Kim Newman e il ciclo di Dexter di Jeff Lindsay che ha ispirato l'omonima serie tv. La sua antologia ‘Il Re dei topi e altre favole oscure’ (Alacran, 2006) è il primo libro italiano a cui Joe R. Lansdale abbia dedicato una frase di lancio.

Mercoledì 25 settembre, ore 18.30, Caffè Letterario, via Diaz 26 - Ravenna

Massimo Donati

Nato nel 1973 a Milano, Massimo Donati, dopo una laurea in Fisica (e una specializzazione come ricercatore scientifico), ha frequentato il corso di sceneggiatura e regia della Scuola di Cinema Televisione e Nuovi Media di Milano. Si è anche impegnato come volontario nei campi profughi durante la guerra in Bosnia. Poi ha ripreso a scrivere, e molto, per il cinema e il teatro. Nel 2006 ha vinto il Premio Solinas GialloNero con il soggetto cinematografico dal quale ha poi tratto il suo primo romanzo ‘Diario di spezie’, edito da Mondadori. Si tratta di un thriller in cui il fascino dell’arte si mescola ai profumi dell’alta cucina, riuscendo al contempo a restituire uno sguardo dolente e disincantato sulle profondità oscure dell’animo umano. Una “discesa nel male”, come lo definisce l’autore, un male da cui non si può trovare scampo, un male che non fa eroi, ma solo vittime, un male senza salvezza per nessuno dei protagonisti.

Sabato 28 settembre, ore 18, Tenda del Giallo, Piazza Garibaldi - Ravenna

Eugenio Saguatti (biografia quasi autentica, scritta da lui medesimo)

Sono nato a Bologna nel 1968, in piena guerra civile. Volavano le molotov e i blindati rombavano per le strade: probabilmente c’entra qualcosa con la mia irrequietezza. Da bambino volevo fare lo scrittore. Ignaro del copyright, riscrivevo le storie di Topolino che non mi piacevano. Ho intuito in fretta che sarebbe stata dura cavarne un mestiere e per un lungo periodo ho tentato di fare la persona seria, di trovarmi un lavoro normale, ma ho fallito. Dopo una lunga serie di insuccessi – fabbro, venditore di enciclopedie, elettricista, operaio, magazziniere in un atelier di moda (per cinque giorni), giornalista, insegnante di grafica – ho deciso che avrei seguito la mia vocazione, oppure sarei morto nel tentativo. Da allora ho sperimentato varie forme di scrittura, e da ognuna di queste ho imparato qualcosa. Ho scritto di cronaca, costume, pubblicità per la radio, testi turistici, istruzioni tecniche, canzoni. E racconti, naturalmente, tanti. E anche un romanzo, ‘Caos a Qasrabad’.

Venerdì 27 settembre, ore 18, Tenda del Giallo, Piazza Garibaldi - Ravenna

Annamaria Fassio

“A scrivere gialli mi diverto”, ecco cosa dice di sé  la scrittrice genovese Annamaria Fassio.  Prima di approdare definitivamente all'insegnamento, ha svolto lavori diversi, compreso quello di tecnica istologa all’Università. Le sue grandi passioni, oltre la letteratura, sono il cinema e la musica. È stata animatrice di cineforum e ha tenuto per lunghi anni seminari di scrittura creativa. Vincitrice del Premio Tedeschi 1999 con il romanzo ‘Tesi di Laurea’, dove esordisce la coppia composta da Erica Franzoni e Antonio Maffina. Ha poi pubblicato, sempre nella collana del Giallo Mondadori, dodici romanzi, compreso il recentissimo ‘Controcorrente’ (Il Giallo Mondadori n.3087). Imperdibile la spy story ‘Santiago 544’ (Segretissimo, 2010).  Con la casa editrice Fratelli Frilli ha realizzato ‘Come torrenti di pioggia (2006) sugli anni di piombo; e ‘I giorni del minotauro’ (2008), oltre all’antologia del giallo femminile ‘Donne e crimini’. Da segnalare ‘Ribelli’ (edito da Le Mani), storia romanzata della resistenza a Genova. È stata già ospite di GialloLuna NeroNotte nel 2006 e nel 2010, quando ha  partecipato con un racconto all’antologia ‘Sorrisi di gatto’ ( Pa.Gi.Ne Edizioni). Annamaria Fassio è stata pubblicata anche in Germania.

Venerdì 27 settembre, ore 21, Teatro Socjale, via Piangipane, 153 - Piangipane (Ravenna)

Gabriella Genisi

Gabriella Genisi, nata nel 1965, abita  a pochi chilometri da Bari. Appassionata di arte e cultura, è organizzatrice della rassegna letteraria ‘Il libro possibile’ a Polignano a mare, uno fra i più importanti festival letterari del Sud ( www.libropossibile.com). Ha scritto numerosi libri: ‘Come quando fuori piove’ (Manni 2006), ‘Fino a quando le stelle’ (Manni 2007), ‘Il pesce rosso non abita più qui’ (La Fenice 2009). Con Sonzogno ha pubblicato ‘La circonferenza delle arance’ (2010),  ‘Giallo ciliegia’ (2011) e ‘Uva noir’ (2012), trilogia con protagonista la commissaria Lolita Lobosco. Suoi racconti sono presenti nelle antologie ‘Duel’ (Giallo Mondadori 2010), ‘Le mamme del Sud’ (Stilo 2011), ‘Ultimo Desiderio’ (Gelso rosso 2013) e in molte altre ancora. La figura di Lolita, come dice la creatrice stessa, è un omaggio a Salvo Moltalbano. Ogni romanzo si conclude con ‘Le ricette di Lolita’ e questo rispecchia lo poetica di Gabriella Genisi: edonista nel senso classico ed estetico del termine, come si è autodefinita, vede la bellezza anche in un piatto tipico e in un buon bicchiere di vino. Le inchieste della commissaria ‘Lolì’ hanno ispirato la serie televisiva della Rai, sempre scritta da Gabriella Genisi e sceneggiata da Ivan Cotroneo, interpretata da Micaela Ramazzotti.

Sabato 28 settembre, ore 18, Tenda del Giallo, Piazza Garibaldi - Ravenna

Patrizia Rinaldi

“Lavoro e vivo a Napoli, scrivo e basta da qualche anno. Spesso scrivo e mi prendo in giro, scrivo e ricomincio perché non mi piace quello che ho scritto, oppure scrivo e dico ah però, bello, non sembra nemmeno mio. Scrivo e vivo, insomma. E basta". Patrizia Rinaldi è laureata in filosofia e si è specializzata in scrittura teatrale con Francesco Silvestri. Ha partecipato a progetti didattici diretti da Maria Franco presso l’Istituto Penale Minorile di Nisida, cura incontri di lettura e scrittura per ragazzi. Ha pubblicato il primo romanzo, ‘Il commissario Gargiulo’, nel 1995 con ‘Stampa Alternativa’, ed è stata finalista al Mystfest appunto in quell’anno, nella sezione esordienti. I suoi romanzi per ragazzi hanno vinto numerosi premi nazionali, oltre ad ottenere menzioni e segnalazioni. Assolutamente affascinante il romanzo ‘Blanca’, edito una prima volta nella collana Gialloteca dell’editore Flaccovio, poi recuperato e lanciato in grande stile dalle edizioni ‘e/o’ nel 2013. Con la casa editrice romana ha pubblicato anche il romanzo giallo ‘Tre, numero imperfetto’ (2012).

Giovedì 26 settembre, ore 18, Tenda del Giallo, Piazza Garibaldi - Ravenna

Simonetta Santamaria

 “Non mi prendo mai troppo sul serio, altrimenti sarei una serial killer”: come auto presentazione non c’è male. D’altra parte Simonetta Santamaria è scrittrice di thriller e horror. Giornalista e irriducibile motociclista, ama i gatti e le orchidee. E scrive con successo; ha vinto, ad esempio, l’XI edizione del Premio Lovecraft e il Premio Fantastique nell’ambito del 1° Fantasy Horror Award.
Ha partecipato a numerose antologie di prestigio. Sua la raccolta di racconti ‘Donne in Noir’ (Il Foglio Letterario, 2005) e l’e-Book ‘Black Millennium’ (La Tela Nera). I suoi saggi illustrati ‘Vampiri - da Dracula a Twilight’ e ‘Licantropi - i Figli della Luna’ (Gremese) sono stati tradotti in Francia e Spagna. Ha scritto i romanzi ‘Dove il silenzio muore’ (Cento Autori, 2008) e ‘Io vi vedo’ (Tea/Tre60, 2013). Cura, in collaborazione con Maurizio Ponticello, la rassegna letteraria annuale ‘Inpastallautore’. È membro della Noir Factory e collabora con il network Mondocult. Il quotidiano La Repubblica l’ha definita una delle “signore della suspense made in Naples” mentre per il Corriere del Mezzogiorno è la “Stephen King napoletana”. È soprannominata Simonoir.

Giovedì 26 settembre, ore 18, Tenda del Giallo, Piazza Garibaldi - Ravenna

Luca Tarenzi

Amante di occulto, cinema, telefilm e giochi di ruolo, e costruttore di mondi raccontati con il tipico ritmo rapido e martellante dei videogiochi, Luca Tarenzi vive ad Arona, sul Lago Maggiore, e divide il suo tempo tra scrittura, traduzioni, telefilm, magia e imprescindibili pomeriggi del sabato a giocare di ruolo. Nato nel 1976 a Somma Lombardo e laureato in ‘Storia delle Religioni’ alla Cattolica di Milano, è un autore popolare e sofisticato, in grado di dare al lettore riferimenti che uniscono storia, leggenda e tradizione. Ha esordito come scrittore con il romanzo urban fantasy ‘Pentar’ (Alacran) nel 2006. Sempre con Alacran ha pubblicato ‘Il libro dei peccati’ e ‘Le due lune’ (il primo nel 2008, il secondo nel 2009). Per completare la collezione personale di Tarenzi, non si possono certo dimenticare ‘La Sciamana del deserto’ (Lindau-L’Età dell’Acquario, 2006); ‘Il Sentiero di Legno e Sangue’ (Asengard, 2010), oltre a numerosi racconti. Poi arriva ‘Quando il Diavolo ti accarezza’, edito da Salani nel  2011. Nel suo ultimo romanzo, ‘God Breaker’ (Salani, 2013), Tarenzi ripropone creature del mondo letterario calandole nelle città e nelle realtà di oggi. Amsterdam, Milano e Londra non sono poi così diverse da come le conosciamo, se si esclude la convivenza tra uomini e dei.


Venerdì 27 settembre, ore 18, Tenda del Giallo, Piazza Garibaldi - Ravenna


Dieci anni di scrittori

In ordine alfabetico:

Alan D. Altieri, Gaetano Amato, Danilo Arona, Lorenzo Arruga, Eraldo Baldini, Enrico Baraldi, Paola Barbato, Marco Bellotto, Luigi Bernardi, Marco Bettini, Gianni Biondillo, Matteo Bortolotti, Silio Bozzi, Franco Calandrini, Angela Capobianchi, Roberto Caputo, Massimo Carloni, Massimo Carlotto, Francesca Carlucci, Gianrico Carofiglio, Donato Carrisi, Gianni Cavina, Rita Charbonnier, Luca Ciarabelli, Piero Colaprico, Alfredo Colitto, Sabina Colloredo, Andrea G. Colombo, Danila Comastri Montanari, Roberto Costantini, Giancarlo De Cataldo, Luisa Ervas Carnielli, Stefano Damiani, Maurizio De Giovanni, Romano De Marco, Annamaria Fassio, Riccardo Ferniani, Antonino Filastò, Carlo Flamigni, Marcello Fois, Franco Forte, Fabrizio Fronzoni, Valerio Evangelisti, Silvio Gambi, Fabio Gavelli, Lorenza Ghinelli, Nadia Giorgio, Silvia Golfera, Leonardo Gori, Cristiano Governa, Luigi Guicciardi, Diama Lama, Giulio Leoni, Carlo Lucarelli, Loriano Macchiavelli, Adele Marini, Paolo Martini, Gianni Materazzo, Maurizio Matrone, Stefano Mazzesi, Piero Meldini, Ilaria Milandri, Andrea Mingardi, Gianni Mura, Divier Nelli, Lucio Nocentini, Margherita Oggero, Gianfranco Orsi, Claudio Paglieri, Guido Pasi, Giuliano Pasini, Alessandro Perissinotto, Luca Poldelmengo, Marco Polillo, Giampiero Rigosi, Francesco Romano, Paolo Roversi, Claudia Salvatori, Enrico Solito, Alda Teodorani, Sara Trevisan, Nicoletta Vallorani, Valerio Varesi, Grazia Verasani, Claudio Vergnani, Marco Vichi, Lia Volpatti

 

Gli ospiti stranieri: a partire dal 2004, GialloLuna ogni anno ospita almeno un autore non italiano (ma pubblicato in Italia) con cui confrontare stili e scelte per ampliare l’orizzonte del festival e dei suoi contenuti. Fino a oggi sono stati a Ravenna a parlare di giallo gli statunitensi Matthew Pearl, Steve Martini, James Grady, Stephen Hunter, Colleen Gleason; gli inglesi Stella Duffy e Simon Toyne; il francese Serge Quadruppani, il greco Petros Markaris; la svedese Asa Larsson; lo spagnolo Juan Madrid; il cubano Amir Valle; il guatemalteco Dante José Liano.

         Gli incontri con gli autori sono organizzati in collaborazione con:

                     Hotel Diana      Ristorante pizzeria Naif                

GialloLuna NeroNotte - Email gialloluna@racine.ra.it - Powered by Webmatic